Seguici su

Investimenti medie dimensioni (B1.2) - Include il ciclo delle macerie (B3.3)

110 milioni di euro per programmi di sviluppo (di cui 10 milioni riservati al “Ciclo delle macerie” - vedi apposita pagina per gli approfondimenti)

Investimenti medie dimensioni (B1.2)

Cosa

Supporta programmi di sviluppo composti da uno o più progetti d’investimento, a carattere produttivo e/o ambientale, ai quali possono essere aggiunti anche progetti di ricerca e sviluppo.

Per chi

Imprese di qualsiasi tipologia e di qualsiasi dimensione che promuovono il programma e/o le eventuali altre imprese del Contratto di rete.

Come

Sono ammessi programmi di investimento produttivo a carattere industriale, turistico e di trasformazione di prodotti agroalimentari e i programmi di tutela ambientale e in misura complementare, progetti di R&S.

I programmi di investimento presentati devono avere un importo non inferiore a 1.500.000,00 euro e non superiore a 20 milioni di euro. In caso di programmi presentati da reti di imprese i singoli progetti dovranno avere spese ammissibili non inferiori a 300.000,00 euro. Per programmi con investimenti ammissibili superiori a 4.000.000,00 di euro, è possibile finanziare anche progetti di ricerca e sviluppo con spese minime ammissibili di 500.000,00 euro e nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili del programma complessivo.

I programmi devono essere completati entro e non oltre il 31 dicembre 2024, salvo proroghe.

I programmi di investimento produttivo devono essere diretti alla:

  • Realizzazione di nuove unità produttive;
  • Ampliamento di unità produttive esistenti;
  • Riqualificazione di unità produttive esistenti attraverso la diversificazione della produzione in nuovi prodotti aggiuntivi o cambiamenti fondamentali del processo produttivo complessivo;
  • Ristrutturazione di un’unità produttiva esistente.

I programmi di investimento per la tutela ambientale devono essere diretti a:

  • Innalzare il livello di tutela ambientale;
  • Consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme UE;
  • Ottenere una maggiore efficienza energetica;
  • Favorire la cogenerazione ad alto rendimento;
  • Promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • Permettere il risanamento dei siti contaminati;
  • Favorire il riciclaggio e il riutilizzo dei rifiuti. 
 

Ambiti di intervento

Le spese ammissibili per:

Programmi produttivi

  • Suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • Opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali, ivi compreso l’acquisto di strutture dismesse (fabbricati e capannoni);
  • Macchinari, impianti e attrezzature varie;
  • Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), ivi comprese le tecnologie digitali quali intelligenza artificiale, blockchain e IoT commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • Immobilizzazioni immateriali, quali brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate;
  • Consulenze (per le sole PMI).

Programmi di tutela ambientale:
Per le spese ammissibili relativamente ai programmi di tutela ambientale occorre far riferimento agli articoli 36, 37, 38, 40, 41, 45 e 47 del Regolamento GBER.

Progetti di Ricerca e Sviluppo

  • Personale;
  • Strumenti e attrezzature;
  • Ricerca contrattuale;
  • Spese generali;
  • Materiali di consumo.

Tempi

Procedura a Sportello

Data inizio presentazione delle domande > 15 settembre 2022, ore 10:00

Data fine presentazione delle domande > 14 ottobre 2022, ore 23:59

 

> Normativa e modulistica

Scarica la scheda dell'incentivo in pdf

 

Vedi il webinar che spiega come funziona l'incentivo