Seguici su

Comunità energetiche, recupero di edifici e fonti rinnovabili

234,6 milioni di euro per il recupero di edifici ed efficientamento energetico

Prevede interventi di rifunzionalizzazione, efficientamento energetico e mitigazione delle vulnerabilità sismiche per ammodernare e conformare ai nuovi standard sismico-energetici gli edifici pubblici, quelli di proprietà dello Stato e gestiti dal Demanio. L’obiettivo principale è quello di ridurre sensibilmente il consumo di energia da fonti non rinnovabili e di promuovere, invece, pratiche sostenibili nel rispetto dell’ambiente, attraverso tre tipologie di intervento:

  • Recupero, ristrutturazione e rifunzionalizzazione di circa 138 interventi su immobili pubblici, individuati nelle quattro regioni interessate dai terremoti del 2009 e 2016 per un investimento complessivo di oltre 106 milioni di euro;
  • Realizzazione, nel comune di L’Aquila, del Centro Nazionale del Servizio Civile Universale, grazie al recupero di una parte degli edifici temporanei del cratere 2009 (progetto C.A.S.E.) e di altri edifici pubblici. Tale Centro è destinato ad accogliere 2.500 volontari, formati per rispondere ai bisogni della comunità sul territorio;
  • Creazione di impianti per la produzione di energia pulita e sistemi centralizzati di distribuzione e condivisione intelligente di energia e/o calore da fonti rinnovabili. A tal proposito, sono previsti uno o più bandi per l’assegnazione delle risorse previste dalla misura e destinate a soggetti pubblici o privati che progettano e realizzano i nuovi impianti. I bandi, redatti con il supporto tecnico e le attività di indagine del GSE (Gestore del Servizio Elettrico Nazionale), saranno pubblicati nel corso del primo semestre del 2022 e copriranno in tutto o in parte le spese di investimento per la realizzazione degli impianti, inclusi i costi connessi agli studi di fattibilità.

 

 

Questo sito o gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Policy Privacy